IL MINICORO

Il “Minicoro La Valle”, nato nel marzo del 2005, è sezione voci bianche del Coro La Valle con sede a Sover e Valfloriana. Diretto da Paola Bazzanella e accompagnato da altri strumentisti, è formato da una quindicina di bambini e ragazzi carichi di entusiasmo che provengono dai comuni di Valfloriana, Sover, Segonzano, Cembra, Cavalese, Bedollo e Pergine. Col Minicoro La Valle si è creato un piccolo coro con voci bianche provenienti da diversi paesi, per favorire la costruzione di legami ed amicizie con momenti di incontro fatti di gioia, allegrìa e divertimento con la musica. Il repertorio spazia fra i brani per voci bianche con una particolare attenzione alla tradizione del canto trentino e alle filastrocche d’un tempo. Tanti i concerti in questi quindici anni di attività: Vezzano, Tesero, Molina, Segonzano, Valda, Lona, Grumes, Predazzo, Vigo di Fassa, Caderzone, Trento…. Negli ultimi anni il Minicoro si è impegnato anche in campo culturale con la realizzazione di vari spettacoli e progetti storici come “Dalla Storia alla Fiaba” o “Fiabacanta”, nei quali la recitazione e la lettura di testi è affiancata all’esecuzione di canti popolari e d’autore. Nel 2011 il Minicoro si è impegnato nel progetto “Una storia nella roccia” allestendo lo spettacolo “Con pale e con picconi” che attraverso canto e recitazione ha raccontato la favola tedesca di Biancaneve e i sette nani, dove questi ultimi sono abili minatori, nel 2012 ha seguito il progetto “Tradizioni d’incanto”, e nel 2013 “Babilòi”, entrambi incentrati sul recupero delle tradizioni famigliari trentine. Di rilievo l’organizzazione a Baselga di Piné nel 2015, in occasione del 10° anniversario, del Raduno dei Gruppi giovanili Folk della Provincia di Trento. Nel 2016 ha realizzato, nell’ambito del progetto “16Sedese” un video documentario sulla coltivazione della patata e nel 2017 e 2018 ha collaborato attivamente ai progetti “Flammis” e “Limes”, così come a “Se dal Latte” nel 2019 con l’allestimento dello spettacolo “Heidi” e a “I Tempi del Legno” nel 2020 partecipando alla realizzazione della pubblicazione divulgativa. Nel 2021 è stato protagonista, con “Acqua: Note di Vita” di diversi spettacoli di canto e danza. Dal 2011 il Minicoro indossa il costume tradizionale ottocentesco locale, nel tipico colore turchese, per rappresentare maggiormente il legame fra cultura, canto e territorio, eseguendo, come gruppo folk giovanile, molte coreografie e danze tradizionali.