7 AGOSTO A SOVER: RITORNO “D’IN…CANTO”

7 AGOSTO A SOVER: RITORNO “D’IN…CANTO”

“Montagna…Donna…Madre”. Questo il significativo titolo dello spettacolo che il Coro La Valle ha presentato nella serata di venerdì 7 agosto in Piazza San Lorenzo a Sover.

“Ripartiamo con questo concerto” ha detto il direttore dell’ormai quasi ventennale sodalizio Roberto Bazzanella “dopo mesi difficili nei quali però il “La Valle” non ha mai smesso la sua attività, prima con le prove “on-line” poi in presenza, fino a portare la propria voce alla comunità locale anche come segno di ripresa nella relazione e nell’incontro”. Lo spettacolo, inserito nel più ampio progetto “I Tempi del Legno 2020” che prevede, oltre ai concerti, l’allestimento in autunno a Trento di una mostra specifica, in collaborazione con l’Ente Parco Paneveggio, e la stampa di una pubblicazione divulgativa sull’uso del frutto del bosco nella vita quotidiana d’un tempo, aveva al centro la nota figura del pittore ottocentesco trentino Giovanni Segantini. La perdita della madre, originaria di Castello di Fiemme, lo aveva indirizzato a collegare il tema a lui caro, la montagna, in particolare quella dolomitica, alla donna. “Montagna…Donna…Madre” è stato un intreccio di arte, canti, e testi letterari, centrato sulla figura femminile, portatrice di forza e di valori, legati anche all’identità alpina. Diverse dunque le modalità espressive portate in scena nella serata di Sover: innanzitutto l’arte pittorica, con le immagini di nove quadri del Segantini, come “Mezzogiorno sulle Alpi” o “La spina” o “Al Capitel” nei quali la donna era rappresentata nel contesto alpino, della vita rurale, del pascolo e del bosco;

di rilievo anche il canto corale, eseguito dai trenta coristi del Coro La Valle, che hanno saputo regalare molte emozioni con brani toccanti come “Montagne addio” o “Belle Rose” o con la più conosciuta “Pastora”;

la narrazione era affidata alla voce recitante di Chiara Turrini, nota artista trentina, con la lettura di nove testi letterari e poetici legati al tema della donna nel contesto montano.

Il pubblico che ha occupato i posti in piazza, disposti con massima precisione nel rispetto delle norme emergenziali anti Covid, ha applaudito con un’ovazione il Coro e la narratrice Turrini. “Ringrazio il Coro La Valle” ha detto il sindaco di Sover Carlo Battisti “che pur in questi tempi difficili ha voluto, con l’impegno e la tenacia che caratterizza questa nostra realtà associativa, organizzare un evento estivo nella nostra comunità”. Presente anche il Presidente del Consiglio della Regione Trentino Alto Adige Roberto Paccher, che si è più volte complimentato con il La Valle e la narratrice Turrini: “E’ davvero significativo” ha detto “che un coro come il La Valle, conosciuto ormai a livello provinciale e che ha avuto esperienze in decine di paesi europei e addirittura oltreoceano continui a regalare attenzione alla propria comunità locale e proponendo momenti di spettacolo di alto livello come questo”.

Il Presidente del BIM Vallata Avisio Armando Benedetti ha invece sottolineato il dinamismo e la ricchezza delle proposte del Coro La Valle che ogni anno predispone un nuovo progetto con eventi e realizzazioni di contenuto sempre innovativo. IL Direttore del Coro La Valle Roberto Bazzanella ha concluso ringraziando quanti hanno reso possibile la realizzazione della serata, in particolare i Vigili del Fuoco Volontari di Sover, il Gruppo A.N.A. e la locale sezione della C.R.I.. Lo spettacolo “Montagna…Donna…Madre” vedrà ora un nuovo allestimento a San Martino di Castrozza venerdì 14 agosto alle ore 21.00 al Parco del Laghetto Plank. L’attività del Coro La Valle proseguirà poi nel mese di settembre con un concerto nella prestigiosa sede del Castello del Buonconsiglio domenica 13 settembre alle 17.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *